Archivio Messaggi 1998

Madre

del Lungo Cammino

In ossequio ai decreti di Papa Urbano VIII, ai decreti della Sacra Congregazione dei Riti, e al Catechismo della Chiesa cattolica - 67, si dichiara che a quanto viene espresso nel seguente portale web non va data fede se non quella che meritano attendibili testimonianze e che non si  intende in alcun modo prevenire il giudizio della Chiesa, alla quale ci si sottomette con devozione.

W. = Wilma

M. = Maria



Lunedì 2 marzo 1998 - ore 20,30

PRIMA APPARIZIONE



W.     Penitenza, o Madre di noi peccatori, buoni e cattivi, o Madre, perché hai scelto me? Io sono povera, povera di mente,

  povera di spirito.

  Come sei bella, come splendi o Madre.

  Noi siamo qui riuniti in un incontro di preghiera per aiutare le anime del Purgatorio, Tu lo sai. Tu hai creduto in me, mi

  hai dato un grosso peso, una grande fatica.

  Devo dire che Tu ci sei? Devo farlo capire, in questo incontro?

  Madre dimmi, come ti posso chiamare?


M.    MADRE DEL LUNGO CAMMINO.


W.     Oh Madre, cosa devo dire?


M.     Pregate, pregate, pregate per tutti i peccatori.


  Pregate per le violenze.


  Pregate per la Chiesa.


  Pregate per le guerre.


  Pregate, pregate, pregate figli miei.


  Pregate perché il vento non soffi forte.


  Pregate perché le acque si fermino.


  Pregate perché la terra non tremi più.


  Pregate figli miei, pregate.


W.     O Madre, resta ancora con noi, non te ne andare, siamo figli tuoi, o Madre pietà.

 

  Ora la Madre Celeste passerà la sua mano sulla testa di ognuno di voi, tutti sentiranno il suo passaggio.


M.    Pregate sempre, parlatene per la salvezza delle anime.


W.     Ti saluto o Madre, ti salutiamo.


[La Madre del Lungo Cammino chiama Wilma in un’altra stanza, per non disturbare la preghiera, e continua il dialogo].


W.     Perché mi hai scelta?


M.     Perché sei umile, perché sei fedele.


W.     Ho paura di non essere capita, come faccio?


M.    Tu camminerai sempre, la tua forza è il tuo dono, non temere figlia mia, Io camminerò con te.


  Fonderete qualcosa in Mio nome. Io sono la Madre della tua famiglia, non temere figlia mia, ovunque tu vada

  camminerai sempre. Io camminerò con te.


  Il popolo sarà con te, non temere figlia mia, salverai tutti, chi ti segue si salverà.


  Il popolo sarà vicino a te, chi ti segue si salverà. Chi ti segue si salverà. Chi ti segue si salverà.






Lunedì 20 aprile 1998



W.     Oh Madre, questa tua visita ci sorprende e ci rallegra. Non ti aspettavo. Non stavamo mormorando, stavamo parlando

  di ciò che ci aspetta.


M.     Pregate figli miei, pregate per la vostra Madre del Lungo Cammino, e non temete mai, perché la grandine non vi

  calpesterà, l’acqua non vi sommergerà, la terra si alzerà, ma voi vi salverete e chi vi seguirà si salverà. Pregate.


  Non temete, pregate per il mondo intero.


  Pregate per quelli che non credono.


  Pregate per le violenze.


  Pregate figli miei, pregate per quelli che non sanno quello che si fanno.


W.     Ti salutiamo, o Madre.





Venerdì 1 maggio 1998 - ore 20,30



W.     Oh, come sei bella. Ma il tuo sudore mi bagna, o Madre, io ho come una morsa nel cuore; ora darò il tuo messaggio

  d’amore.


M.     O figli miei, sono qui con voi, vi ringrazio dell’incontro che avete, delle preghiere che fate; pregate figli miei.

  Pregate per i vostri bimbi.

  Pregate per gli adolescenti.

  Pregate per le coppie.

  Pregate per gli anziani.

  Pregate per gli ammalati.

  Pregate perché il vostro sonno sia interrotto dal cinguettio degli uccelli.

  Pregate perché la rugiada che vi bagna sia asciugata dai raggi del sole.

  Pregate perché le pecore inizino il loro cammino.

  Pregate perché il tramonto del sole che si specchia sul mare vi faccia capire che un altro giorno sta per arrivare.

  Pregate perché lo splendore delle stelle e della luna vi facciano credere, che sopra di voi, c’è la vostra Madre con Gesù che

  vi aspetta.

  Pregate figli miei, pregate per tutti coloro che non credono e non sanno quello che si fanno.

  Ora vi lascio, passerò la mia mano sopra ognuno di voi, e vi ringrazio.





 

Lunedì 4 maggio 1998

Durante un incontro di tre ore di preghiera per le anime del Purgatorio.


M.    Io sono ancora qui, vi sono vicina e prego con voi per le anime del Purgatorio che state aiutando.


W.     Salutiamo la Madre Celeste con il nostro gesto di penitenza.


M.    Camminerete sempre voi, abbiate fiducia della vostra veggente, sarà ella che vi guiderà; ora siete tutti voi intoppati.


  L’acqua non scorre, ma la vostra fede, la vostra fiducia, il vostro credere, il vostro amare Gesù, mio figlio, che è morto

  sulla Croce per voi, è morto su quella Croce pesante, su quella Croce piena di punte, le punte causate dalle sofferenze,

  dalle percosse, dalle umiliazioni; ma questa fede che voi avete, figli miei, farà sì che l’acqua scorra, farà si che tutti siano

  uniti, farà si che diventiate tutti fratelli,  farà sì che il vostro passaggio sia più lieve.


  Non temete, non temete figli miei. Pregate, pregate, pregate.


W.     O Madre, non sudare, non piangere, abbi fiducia in noi.

  Come Tu dici, siamo tutti figli tuoi; pregheremo per la salvezza di tutti noi. Ti salutiamo o Madre.

  Madre del Lungo Cammino sta a noi sempre vicino.





 

Venerdì 15 maggio 1998



W.     O Madre Celeste.


M.    Figli miei, Io sono qui con voi. Vi ringrazio del gesto che avete fatto di porre la Mia Immagine nel posto da Me desiderato;

  vi ringrazio degli incontri che voi fate, del rosario che voi dite, dei messaggi che voi portate.


  Pregate figli miei, perché dallo spuntar dell’alba al calar della sera il vostro giorno sia ricco d’amore e di preghiera.


  Pregate perché nella notte lunga e buia ci sia amore e non più paura.


  Offrite un rosario, donate il mio rosario, imparate il mio rosario.


  Se qualcuno vi porge la mano, stringetela, sì, con il mio rosario in mano.


  Pregate figli miei, Io sono qui con voi.


  Pregate perché il vento non soffi forte.


  Pregate perché l’acqua si fermi.


  Pregate perché la terra non tremi più.


  Pregate perché il vostro sonno sia interrotto dal cinguettio degli uccelli.


  Pregate perché la rugiada che vi bagna sia asciugata dai raggi del sole.


  Pregate perché le pecore inizino il loro cammino.


  Pregate perché il tramonto del sole che si specchia sul mare vi faccia capire che un altro giorno sta per arrivare.


  Pregate perché lo splendore della luna e delle stelle vi facciano credere, sì, che sopra di voi c’è qualcuno che vi attende: IL

  PADRE, LA MADRE, GESÙ.


  Pregate figli miei, credete nella Bibbia, credete in quello che vi dice: è la verità.


  La vostra Madre, la Madre Celeste, passa la sua mano sopra ognuno di Voi, vi saluta e vi ringrazia e se ne va.





 

Venerdì 29 maggio 1998



M.     Figli miei, Io sono qui con voi. Vi ringrazio per le vostre preghiere, vi ringrazio per i vostri incontri.


  Figli miei, il mio rosario sta per terminare, spero che nei vostri cuori abbia a continuare.


  Pregate figli miei, pregate per la Chiesa, pregate per il Papa.


  Figli miei, siete voi che dovete lavorare la vostra terra;


  figli miei, siete voi che dovete accompagnare i buoi nella stalla;


  figli miei, siete voi che dovete seminare;


  figli miei, siete voi che dovete raccogliere i vostri frutti.


  Figli miei, non ascoltate il mormorio degli altri.


  Figli miei, andate in Chiesa;


  figli miei, ascoltate la Messa;


  figli miei, accostatevi ai Sacramenti.


  Figli miei, offrite a mio figlio Gesù i vostri sacrifici, le vostre sofferenze; Lui vi ascolterà, vi aiuterà e nel regno dei cieli vi

  accoglierà.


  Pregate figli miei, pregate per i peccatori, pregate per i bisognosi, pregate per quelli che non sanno quello che si fanno.


W.     Ora la nostra Madre del Lungo Cammino sta passando su ognuno di voi, vi saluta e se ne va.


[Dopo la recita del Santo Rosario]


W.     La Madre Celeste sulle mani tiene due colombe bianche; ai suoi piedi posa una rosa bianca; alle spalle della

  nostra immagine ci sono due piccoli angeli vestiti di bianco.


  Come sei bella. Come splendi.

  O Madre, le tue lacrime mi bagnano, non piangere.


M.    Figli miei, la vostra fede, la vostra preghiera vi salverà.


W.     Salve o Madre Celeste.






Venerdì 12 giugno 1998



M.     Figli miei, Io sono qui con voi, vi ringrazio delle vostre preghiere, vi ringrazio per i vostri incontri. Scusatemi, o figli miei,

  se qualche volta il vostro incontro viene disturbato dalla mia presenza ma, figli miei, Io, sotto il mio manto tutti vi

  vorrei.


  La vostra fede è limitata.


  La vostra preghiera è deviata.


  Figli miei, la sincerità è corrotta.


  Figli miei, cosa ne sarà di voi?


  Pregate figli miei perché aumenti la vostra fede, la fede cristiana.


  Pregate figli miei per quelli che non credono e mi offendono.


  Pregate figli miei per il Papa.


  Pregate figli miei per la Chiesa.


  Pregate figli miei per le famiglie.


  Pregate figli miei per i vostri figli.


  Pregate figli miei per la pace nel mondo.


  Figli miei, Io sono sempre qui con voi, è quasi notte fonda ma a voi non spaventa, perché sapete che con la vostra

  preghiera mi fate contenta.


W.     La nostra Madre è vestita di bianco. Sulle sue mani tiene una colomba bianca e, ai suoi piedi, una grande

  rosa. Alle sue spalle due grandissimi angeli.


M.     Figli miei, seppellite l’odio; figli miei, pregate perché cessi la violenza; figli miei, pregate perché cessino le guerre.


W.     La nostra Madre Celeste, la nostra Madre del Lungo Cammino, vi accarezza tutti, si alza e se ne va.






Venerdì 10 luglio 1998



M.    Figli miei, Io sono qui con voi, vi ringrazio del vostro incontro, vi ringrazio delle vostre preghiere.


  Figli miei, voi che in cielo guardate forse non mi vedete ma, credete figli miei, qua con voi c’è la vostra Madre Celeste.


  Figli miei, Io nelle mie apparizioni in tanti vi incontro.


  Scusatemi se mi ripeto sempre dicendovi: pregate figli miei; è il vostro momento.


  Pregate figli miei, se volete sconfiggere la forza del male che su di voi prevale.


  Figli miei, fate penitenza, convertitevi, meditate la vostra preghiera.


  Figli miei, insegnate l’amore, imparate l’amore, l’amore cristiano, quello che vi ha insegnato mio figlio Gesù; è così che

  vi salverete e nel regno dei cieli vi troverete.


  Pregate figli miei per il Papa.


  Pregate figli miei per la Chiesa.


  Pregate figli miei per le vostre famiglie.


  Pregate figli miei per gli ammalati.


  Pregate figli miei per gli infermi.


  Pregate figli miei per i bisognosi.


  Figli miei, fate la carità, il vostro più pane dividetelo a metà.


W.     La Madonna è vestita di bianco, con manto e velo rosa. Nella mano destra tiene un rosario bianco.


M.     Figli miei, Io vi saluto, vi ringrazio e in nome mio e di mio figlio Gesù vi benedico.


W.     O Madre, rendici degni del tuo grande amore.





 

Venerdì 14 agosto 1998



W.     Salve o Madre Celeste.


M.    Figli miei, Io sono qui con voi, vi ringrazio delle vostre preghiere, vi ringrazio dei vostri incontri.


  Figli miei, voi siete tutti miei fiori, fiori che ogni giorno bagno con il mio sudore di lacrime. Pregate!


  Figli miei, se il vostro tronco cresce gracile, sottile, affidatelo all’Onnipotente.


  Figli miei, se i vostri rami crescono all’ingiù, chiede aiuto a mio figlio Gesù.


  Figli miei, se il vostro bocciolo perde dei petali, lasciateli raccogliere alla vostra Madre Celeste.


  Figli miei, se le vostre radici appassiscono, annaffiatele, sì, con la preghiera; è così che rifioriscono.


W.     Che bella che sei.


M.     Pregate figli miei perché il vostro angelo vi accompagni sempre. Pregate figli miei perché lo Spirito Santo con voi

  rimanga.


W.     La Madonna è vestita di bianco, con manto e velo azzurro. Ha le mani giunte. Tra le dita tiene un rosario

  bianco. E’ scalza e sui suoi piedi tiene otto gigli bianchi.


M.    Pregate figli miei. Andate in Chiesa, è la casa di Cristo; ascoltate la Messa, sentirete la parola di Cristo; fate la

  Comunione, riceverete il Corpo e il Sangue di Cristo. Pregate.


  Figli miei, voi siete tutti miei fiori ed Io sotto il mio manto tutti vi vorrei.


  Figli miei, ora vi lascio e in nome Mio e dell’Onnipotente vi benedico.


W.     Salve o Madre Celeste.






Venerdì 9 ottobre 1998


M.    Figli miei, se voi pregherete con il cuore e con il rosario in mano, in questo luogo riceverete grazie.


  Io sono la vostra Madre Celeste, la Madre del Lungo Cammino.


  Vi saluto e vi ringrazio e, in nome di Dio, vi benedico.






Venerdì 16 ottobre 1998



W.     Salve o Madre Celeste.


M.     Lodato sia il Signore.


  Figli miei, Io sono qui con voi, vi ringrazio dei vostri incontri, vi ringrazio delle vostre preghiere.


  Figli miei, Io, qualche tempo fa ho espresso il desiderio che fosse posta la mia immagine su questa proprietà; il tutto è

  stato eseguito in breve tempo e nello stesso tempo sono sorti dubbi e incertezze.


  Figli miei, se voi, al vostro risveglio vi guardate attorno, vedete di quante cose belle siete circondati.


  E’ stato Dio, figli miei, che vi ha arricchito di tante meraviglie.


  Dio ha creato il mondo, Lui lo voleva d’amore, di pace, di uguaglianza, di carità. Ed è Dio, figli miei, che ogni tanto mi

  manda sulla terra a portare messaggi, messaggi di preghiera; ed Io, in ginocchio davanti a voi, dolcemente vi ripeto:

  pregate figli miei, perché ho paura che il vento vi porti via, che Satana vi allontani dalla preghiera e dalla fede cristiana.


  Pregate se volete vincere la forza del male.


  Pregate figli miei, perché i petali raccolti dalla vostra Madre Celeste abbiano a profumare sempre d’amore e di preghiera.


  Pregate figli miei, per quelli che non credono e ci offendono.


W.     La Madonna è vestita di bianco, con fascia azzurra in cintura. E’ in ginocchio. E’ scalza. Ha le braccia aperte:

  sulla mano sinistra tiene un rosario bianco, sulla mano destra dei petali colorati. Alle sue spalle due giovani

  angeli.


M.    Pregate figli miei, perché nei vostri cuori e su di voi trionfi l’amore del Padre, del Figlio e della vostra Madre.


  Il prossimo incontro sarà il 20 dicembre, alle 15,30.


  Figli miei, ora vi lascio, vi saluto, vi ringrazio e, in nome mio e di Dio, vi benedico.






Domenica 20 dicembre 1998 - ore 15,30



W.     Abbiamo la presenza della Madonna. Salutiamo con il nostro gesto di penitenza.

  Salve o Madre Celeste.


M.    Figli miei, Io sono qua con voi, vi ringrazio dei vostri incontri, vi ringrazio delle vostre preghiere.


  Figli miei, nell’imminenza del Santo Natale del Bambino Gesù che sta per nascere, pregate figli miei perché in tutto il

  mondo Egli porti la pace.


  Figli miei, non rimandate la Santa Messa, non rinunciate alla Comunione, non dimenticate la vostra preghiera.


  Figli miei, il vostro cammino è triste, tormentato, ma se voi lo percorrete con la fede, con la preghiera, grazie riceverete.


  Scusate figli miei se ogni tanto mi intrometto nella vostra vita, ma solo con la preghiera arriverete alla gioia infinita.


W.     La Madonna è vestita di bianco, con manto e velo azzurro. E’ a braccia aperte: nella mano destra tiene un

  giglio, nella sinistra un rosario. E’ scalza: sui suoi piedi posano tre colombe bianche. La sua immagine è tutta

  coronata da piccoli angeli.


M.     Figli miei, se voi unite il vostro cuore, il vostro amore al mio, oh figli miei, che mamma felice sarei Io!


  Il nostro prossimo incontro sarà domenica, più numerosi, il 21 marzo alle 15,30.


  Ora figli miei, vi saluto, vi ringrazio e in nome mio e di Dio vi benedico.