Madre

del Lungo Cammino

In ossequio ai decreti di Papa Urbano VIII, ai decreti della Sacra Congregazione dei Riti, e al Catechismo della Chiesa cattolica - 67, si dichiara che a quanto viene espresso nel seguente portale web non va data fede se non quella che meritano attendibili testimonianze e che non si intende in alcun modo prevenire il giudizio della Chiesa, alla quale ci si sottomette con devozione.

W. = Wilma

M. = Maria

 

 

Domenica 2 marzo 2008 - ore 15,30

 

 

W. Salve, o Madre Celeste.

 

M. Sia lodato Gesù Cristo. [Sempre sia lodato]

 

Cari figli, abbassatevi. Io vi insegno la via dell’umiltà, quel sentiero che vi porta direttamente a Dio, al suo Cuore.

 

Amatevi tutti, pregate e domandate perdono.

Accettate con gioia gli insulti, i disprezzi, le offese. Offritemi tutto, sottomettetevi in ogni istante, non abbandonatemi

mai; mi troverete più spesso nel pianto, nelle tribolazioni.

 

Beati quei figli che hanno compreso il valore della mia chiamata, il valore di questo luogo che per dieci anni vi accoglie;

che in ogni istante, in ogni ora, abbiano potuto capire il valore di questo grande dono divino.

 

A te, mia cara, che stai soffrendo le tue sofferenze per il pentimento dei peccatori, non saranno vane: donerò grazie in

virtù delle tue misericordiose offerte, che con sacrificio ogni giorno stai donando.

 

Cari figli, io vi vedo la mente e vi sento il cuore, anche se avete peccato vi attendo con il perdono.

 

Fortificate la vostra fede amando sempre di più Gesù, unendovi al suo Sacro Cuore.

Pregate, figli cari, e convertitevi, perché, figli cari, da questa terra tutti dovete partire ed io vi voglio attendere nel regno

dei Cieli accompagnati dagli angeli che vi festeggeranno.

 

Grazie di aver risposto alla mia chiamata. La mia prossima sarà il 25 maggio, alle ore 16,00.

 

Ora mettetevi in ginocchio, appoggiate i vostri oggetti, ogni vostra cosa cara: sui vostri oggetti, su ogni vostra cosa cara e

su voi tutti qui presenti vi mando infinite benedizioni.

 

W. La Madonna è vestita di bianco con fascia azzurra in cintura, manto azzurro e velo bianco. Sulla mano destra

tiene un rosario luminoso, la sinistra la tiene appoggiata sulla testolina di un bambino vestito di bianco.

Davanti a lei bouquet di fiori bianchi e gialli. Sulla sua testa brilla una corona di dodici stelle luminose.

 

Seguono la recita di tre “Padre nostro” accompagnati dal canto “Madre io vorrei”.

 

 

 

 

 

Domenica 25 maggio 2008 - ore 16,00

 

 

W. Salve, o Madre celeste.

 

M. Sia lodato Gesù Cristo. [Sempre sia lodato]

 

Miei cari figli, quanti peccati e quanti peccatori ci sono.

La Divina Misericordia è grande, è infinita, e se il mondo non ricevesse questo dono sicuramente cadrebbe nell’abisso

dell’inferno. Io soffro per questa mancanza di creature.

 

Unitevi a me, amate mio figlio Gesù, io voglio farvi entrare nell’intimo del mio cuore. Quante volte il mio cuore ha

circondato queste anime ed è stato cacciato, disprezzato. Troppo pochi sono quelli che mi amano veramente!

 

Vivete nell’umiltà, nella semplicità; fate la carità: carità di carità ma anche la carità di amore, la carità del perdono, la

carità della rassegnazione, la carità della tribolazione, la carità di saper aspettare.

 

Figli cari è ora che mi ascoltiate: convertitevi e fate penitenza.

Io sono la vostra Madre santa e, con la Madre santa, la penitenza non sarà dura, per chi ama non sarà difficile.

 

Miei cari figli, se io non intervenissi che ne sarebbe di questo mondo? Io non vengo a chiedere le vostre ricchezze, le

vostre gioie, ma vengo a domandarvi preghiera, a domandarvi amore per mio figlio Gesù; solo con lui e in lui avrete la

gioia.

 

Beati coloro che mi sanno ascoltare: beati saranno, perché il Regno dei Cieli godranno.

Miei cari figli, liberatevi da tutti i vostri peccati, se volete vivere la gioia eterna del Cielo.

 

Grazie di aver risposto alla mia chiamata. La mia prossima sarà il 15 agosto alle ore 16,30.

 

Ora mettetevi in ginocchio, sollevate i vostri oggetti, ogni vostra cosa cara, … dentro di voi ripetete con me: Gesù ti amo,

Gesù io ti amo, Gesù, ma io ti amo!... saranno benedetti. E la benedizione di Dio Padre, di Dio Figlio, dell’ Spirito

d’Amore, accompagnata dalla mia, discenda su tutti voi, nelle vostre famiglie, sui vostri ammalati, sugli anziani, sulle

famiglie, nei giovani. E la nostra benedizione vi accompagni.

 

W. La Madonna è vestita di bianco: manto bianco e velo bianco. E’ a mani giunte; tra le dita scorre un rosario

luminoso. E’ scalza, i suoi piedi nudi appoggiano su un tappeto di petali colorati; sopra la sua testa brilla una

corona di dodici stelle luminose.

 

Seguono la recita di tre “Padre nostro”, della “Salve, Regina,” e dei canti “Madonna nera” e

“Immacolata Vergine bella”.

 

 

 

Venerdì 15 agosto 2008 - ore 16,30

 

 

W. “Salve Regina” (preghiera).

 

M. Sia lodato Gesù Cristo. [Sempre sia lodato]

 

Cari figli, io vi dono la gioia, la speranza, perché vi amo ma voi non mi ascoltate. Quanta tristezza dentro di voi, ma

non è certamente Gesù che vi dà tanta tristezza.

 

Io vorrei vedervi tutti felici. La causa della vostra infelicità è il peccato; non sarete felici, non entrerete nel Regno dei Cieli

se non mettete Dio al primo posto.

 

Cari figli, il tempo che vi rimane è poco ed io, la vostra Madre celeste, non posso tacere.

Guardate quante meraviglie Dio vi ha regalato e neanche lo ringraziate. Vi ha dato l’intelligenza ma non la volete usare

a fine di bene; il progresso vi porterà alla perdizione, si, perché l’uomo preferisce il male. Ecco perché appaio!

 

Figli cari, dovete salvare il mondo non distruggerlo.

 

Oggi voi avete avuto una chiamata, seguitemi in questo cammino anche se penoso; vivete nella semplicità, nella

povertà, privi di ogni ricchezza umana. Cari figli, accogliete l’esempio della vostra Madre celeste.

 

Desidero che il vostro lungo cammino sia di santità, di preghiera, di pentimento: penitenza, penitenza, penitenza; di

amore per Gesù che ha dato la sua vita per voi: solo con lui sarete felici perché lui è Amore infinito.

 

Beati quei figli che mi sanno ascoltare; beati saranno perché io li condurrò alla Fonte della Gioia.

 

Grazie, figli cari, di aver risposto alla mia chiamata. La mia prossima sarà il 26 ottobre, alle ore 15,30.

 

Ora chinate il capo, sollevate i vostri oggetti, ogni vostra cosa cara, saranno benedetti. E la benedizione di Dio Padre, di

Dio Figlio e dello Spirito Santo, accompagnata dalla mia, scenda su tutti voi e vi segua.

 

W. La Madonna è vestita di bianco, con una lunga fascia azzurra in cintura, manto bianco e velo bianco.

E’ a mani giunte. E’ sospesa tra cielo e terra; i suoi piedi sono coperti di rose dorate; la sua immagine è tutta

illuminata. E’ accompagnata da tanti angeli, non so dire quanti.

Salve, o Madre celeste.

 

Segue il canto “Madonna nera”.

 

 

 

 

 

Domenica 26 ottobre 2008 - ore 15,30

 

 

W. Salve, o Madre celeste.

 

M. Sia lodato Gesù Cristo. [Sempre sia lodato]

Cari figli, io sono la vostra Mamma santa, la vostra maestra, la vostra guida. Chi meglio di me può farvi conoscere ed

amare Gesù? Io voglio che la sua immagine sia in voi perfetta. Non lasciatevi sedurre dal Male.

 

Pregate, figli cari, vegliate e digiunate. Vivete nell’umile atteggiamento di un cuore amante, che sappia amare il

prossimo, pronti a qualsiasi sacrificio.

 

Oh! Quanti dei miei figli hanno smarrito la via della santità, dell’amore e, se io non venissi a soccorrerli, sarebbero

perduti per sempre.

Cari figli, ascoltatemi, ascoltate e vivete i miei messaggi; io parlo al mondo attraverso loro.

 

Venite, figli cari, in questa mia Oasi di preghiera: tutti, tutti saranno ascoltati e consolati, io stessa mi prenderò cura delle

loro sofferenze e, nella volontà del Signore, il dono della guarigione.

 

Cari figli, cercate il Signore, amate il Signore, ringraziate il Signore per tutte le cose belle che vi circondano e, ogni tanto,

ripetete: Gesù ti amo, Gesù ti adoro, Gesù io spero e confido il Te.

 

Grazie di aver risposto alla mia chiamata. La mia prossima sarà il 21 dicembre, alle 15,30.

 

Ora mettetevi in ginocchio, sollevate ogni vostra cosa cara, ogni vostro oggetto, saranno benedetti. E la benedizione di

Dio Padre, di Dio Figlio, dello Spirito Santo, accompagnata dalla vostra Mamma, discenda su di voi e vi accompagni.

 

W. La Madonna è vestita di bianco, con manto bianco e velo bianco. E’ a braccia aperte; sulla mano destra tiene

un rosario luminoso. E’ scalza. I suoi piedi nudi appoggiano su dei rami secchi. Davanti a lesi svolazzano tre

colombine bianche; attorno a lei dei fiori bianchi: crisantemi. Sopra la sua testa una corona di dodici stelle

luminose.

 

Seguono la recita: della “Salve, Regina,”, della preghiera “Madre, noi che in te crediamo”, della preghiera

“Regina del Cielo, Madre di tutti noi”, e del canto “Andrò a vederla un dì”.

 

 

 

 

 

Lunedì 8 dicembre 2008 - ore 19,30

 

 

W. Salve, o Madre celeste.

 

M. Cari figli, questa è la festa che Dio benedice.

Io sono vicina a tutti voi e a quanti si sono consacrati al mio Cuore Immacolato.

 

Cari figli, proteggete, conservate questo luogo che io voglio che sia e che rimanga mio per sempre.

 

Grazie, figlia cara, delle sofferenze che stai donando.

 

Affidiamo, figli cari, a Dio questo luogo perché non voglio che abbia fine.

 

Grazie di avermi ascoltato, grazie di essere qui con me. Io prego per voi; Dio vi benedica.

 

W. La Madonna è vestita di bianco; la testa china verso di noi, con le sue mani strette sul petto. Dalle mani,

incrociate, esce un cuore. Attorno a lei, festosi e gioiosi angeli.

 

Segue la recita della preghiera “Madre, noi che in te crediamo”.

 

 

 

 

 

Domenica 21 dicembre 2008 - ore 15,30

 

 

W. Salve, o Madre celeste.

 

M. Sia lodato Gesù Cristo. [Sempre sia lodato]

Benedetto sia sempre il Signore.

 

Cari figli, tra qualche giorno è Natale, nasce Gesù che è luce senza tramonto. Vivete con me questi giorni in preghiera e

in profondo raccoglimento. Accogliete il suo amore, che è di amare senza misura.

 

Sia grande la vostra umiltà, come questo evento, e si fonda dentro di voi, nei vostri cuori, la realtà di Dio.

 

Cari figli, con Gesù nasce l’amore ed io, Maria, voglio riempire i vostri cuori di questo Amore manifestando con gioia la

nascita del Redentore, perché ogni uomo cresca in lui e goda della sua pace.

 

Vi invito, figli cari, ad avere la pace nei vostri cuori, nelle vostre famiglie, nel vostro lavoro; quella pace che non viene da

voi ma da Dio.

 

Cari figli, auguro a tutti voi un Santo Natale; portate il mio augurio alle vostre famiglie, agli ammalati, agli anziani, e

un abbraccio particolare a tutti i bambini.

 

Grazie, figli cari, di aver risposto alla mia chiamata. La mia prossima sarà l’8 marzo, alle 15,30.

 

Ora vi benedico, sollevate i vostri oggetti, ogni vostra cosa cara, vi do la mia benedizione materna: in nome del Padre, del

Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

 

W. La Madonna è vestita di bianco, con manto azzurro e velo bianco. E’ in ginocchio con la testa leggermente

chinata. Davanti a lei c’è della paglia: ha una forma di cuscino; alle sue spalle San Giuseppe. Sono illuminati

da una luce intensa. Sullo sfondo un tramonto rosato.

 

Seguono la recita di tre “Padre nostro” e del canto “Astro del ciel”.