Archivio Messaggi 2010

Madre

del Lungo Cammino

In ossequio ai decreti di Papa Urbano VIII, ai decreti della Sacra Congregazione dei Riti, e al Catechismo della Chiesa cattolica - 67, si dichiara che a quanto viene espresso nel seguente portale web non va data fede se non quella che meritano attendibili testimonianze e che non si  intende in alcun modo prevenire il giudizio della Chiesa, alla quale ci si sottomette con devozione.

W. = Wilma

M. = Maria



Domenica 7 marzo 2010 - ore 15,30



W.     Salve, o Madre celeste.


M.     Sia lodato Gesù Cristo. [Sempre sia lodato]

  Cari figli, rinnovate la vostra preghiera nelle vostre case, nelle vostre famiglie, perché senza la preghiera non avrete la

  pace.


  Siate forti nella fede, sicuri nella speranza. Seguite me con volontà, sicura, decisa; Io vi prendo per mano, vi voglio

  accompagnare tutti nel rifugio del Mio cuore.


  Accettate il sacrificio della croce: il vostro patire vi salva, quello nascosto salva il mondo.


  Siate creature di preghiera se volete superare ostacoli, difficoltà, perché figli cari, come in altri luoghi, anche qui da voi c’è

  molta incomprensione, perché mi amate, perché pregate, perché col cuore in mano di Me parlate; segno di

  contraddizione tra il bene ed il male. Ma voi, figli cari, continuate a seminare a larghe mani l’amore di Gesù, la verità: è

  questo che Gesù aspetta da voi.


  Cari figli, in questo lungo tempo vi ho detto tutto, ma le Mie raccomandazioni continueranno. Siate ligi ai Miei

  insegnamenti, Io vengo a sciogliere i vostri cuori proponendovi quello che Gesù vi ha proposto.


  In questo tempo di Quaresima vi chiedo silenzio, vi chiedo digiuno, astinenza, confessione, santa comunione e, nel Mio

  silenzio, vi stringo tutti a Me.


  Grazie, figli cari, di aver risposto alla Mia chiamata. La prossima sarà il 30 maggio, alle 15,30.


  Ora è tempo di Quaresima, mettetevi in ginocchio, sollevate i vostri oggetti, ogni vostra cosa cara; stringete a voi i vostri

  bimbi. Vi do la Mia benedizione materna.


W.     La Madonna è sopra di noi. E’ vestita di bianco, con manto azzurro e velo bianco. E’ a mani giunte; tra le

  dita tiene un rosario luminoso. I suoi piedi nudi appoggiano su una nuvola bianca. Attorno alla sua testa

  brilla una corona di dodici luminose. E’ sola.


Seguono tre segni della croce, e il canto “Padre perdona”.

 



 


Domenica 30 maggio 2010 - ore 15,30



W.     Salve, o Madre Celeste.


M.    Sia lodato Gesù Cristo. [Sempre sia lodato].


  Cari figli, quanti dei miei figli non mi riconoscono più ed io soffro nel vedermi così dimenticata.


  E’ ora che mi ascoltiate, che cominciate a pregare con animi contriti, chiedendo perdono dei propri peccati.


  Figli cari, accogliete il mio amore disprezzato, ascoltate la voce del mio dolore. Io vengo sulla terra per quei figli che si

  sono smarriti sulla via del peccato; vengo a insegnare a quelli che mi amano la vera sapienza.


  Ah! Figli cari, quante volte il mio amore ha chiamato ma è stato rifiutato. Vorrei che queste mie parole toccassero quei

  cuori induriti, senza rispetto. Accogliete il mio desiderio: vivete cristianamente questi vostri pochi giorni di vita terrena   

  offrendovi generosamente per le cose buone.


  Pregate figli cari, pregate, pregate.

  Coltivate il vostro amore per Gesù, per la vostra Madre celeste, affinché possiamo diventare centro della vostra felicità.


  Ringrazio tutti coloro che mi sanno ascoltare. Vi abbraccio.

  Grazie di aver risposto alla mia chiamata. La mia prossima sarà il 15 agosto, alle ore 17,00.


  Ora sollevate i vostri oggetti, ogni vostra cosa cara, saranno benedetti con la mia benedizione materna: in nome del

  Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.


W.     La Madonna è vestita di bianco, con un manto bianco e velo bianco. Ha le mani incrociate sul petto. Sopra

  la sua testa una corona di dodici luminose. Sui suoi piedi nudi, tre colombine bianche. Attorno a lei calle

  bianche e rose gialle.


Seguono la preghiera “Madre, noi che in Te crediamo”, il canto “Madonna nera”, il saluto “Sia lodato Gesù Cristo”

e la giaculatoria “Sia ringraziato in ogni momento”.




 


Domenica 15 agosto 2010 - ore 17,00



W.     Salve, o Madre celeste.


M.    Sia lodato Gesù Cristo. [Sempre sia lodato.]


  Cari figli, vi invito tutti a vivere l’amore di Gesù.


  Pregate il Signore perché vi protegga dal tanto male che vi circonda. Pregate anche perché possiate comprendere tutto

  quello che Dio vi ha dato nel cuore.


  Cari figli, seguitemi, seguite la Mia strada anche se dolorosa ma, a chiunque inizierà a percorrerla, Dio si rivelerà in tutta

  la sua pienezza e ascolterà ogni vostra chiamata.


  Figli cari, io voglio da voi tutta la vostra volontà, il vostro amore, l’adempimento perfetto dei propri doveri ed io, figli

  cari, vi darò una ricchezza superiore di tutte le altre, in questo mondo e nell’altro: il Paradiso.


  Cari figli, lodate, onorate, in questo giorno Gesù, dove il Cielo è pieno di gioia.


  Io, figli cari, vi sto portando a una nuova vita, a un nuovo mondo, quello che Gesù vuole: i veri figli dell’Amore.


  Vi bacio e vi abbraccio. Grazie di aver risposto alla Mia chiamata. La prossima sarà il 24 ottobre, alle 15,30.


  Vi chiedo un attimo di silenzio, di preghiera personale per tutti gli ammalati, per gli anziani e per i propri defunti.

  Ora mettetevi in ginocchio, sollevate i vostri oggetti, ogni vostra cosa cara, saranno benedetti con la Mia benedizione

  materna. Vi benedico figli cari, nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. [Amen]


  Sia lodato Gesù Cristo. [Sempre sia lodato]

  Sia lodato, ringraziato ogni momento. [Il Santissimo e Divinissimo Sacramento]


W.     La Madonna è vestita di sole. E’ a mani giunte; tra le dita scorre un rosario luminoso. E’ a piedi nudi; sopra

  i suoi piedi posano tre colombine bianche. Sopra la sua testa brillano 12 stelle luminose. Il cielo è come un

  tappeto di stelle luminose.


  Salve o Madre celeste.


Seguono i canti “Madonna nera” e “Madre del lungo cammino”.




 


Domenica 24 ottobre 2010 - ore 15,30



W.     Salve, o Madre celeste.


M.     Sia lodato Gesù Cristo. [Sempre sia lodato]


  Cari figli, voglio che il mio amore materno sia il vostro rifugio.


  Fortificate la vostra fede recitando ogni giorno il Santo Rosario, facendo opere di carità, di sacrificio, di penitenza.


  Aprite il vostro cuore a Gesù: Gesù vuole la vostra salvezza, vuole il vostro amore.


  Portate il Suo amore nelle vostre case, nelle vostre famiglie; lasciatevi accompagnare da Me tra le Sue braccia divine.

  Abbiate fiducia, figli cari, nella Mia materna protezione.


  Pregate, pregate, pregate in ogni luogo dove vi trovate; recitate il Santo Rosario, arma potente contro il male.

  Accostatevi più frequentemente alla Santissima Eucarestia, frutto della Croce e Pane di vita eterna.

  Ricevete con umiltà, nei vostri cuori, l’amore senza fine di Gesù.


  Grazie di aver risposto alla mia chiamata. Vi abbraccio. La mia prossima sarà il 25 dicembre, alle 15,30.


  Non mettetevi in ginocchio perché piove, ma vedo che la pioggia non vi ha spaventato.

  Sollevate i vostri oggetti, ogni vostra cosa cara, saranno benedetti con la Mia benedizione materna: in nome del Padre,

  del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.


W.     La Madonna è vestita di bianco, con manto azzurro e velo bianco. E’ a braccia aperte; sulla mano destra

  scorre un rosari luminoso, sulla sinistra un crisantemo. E’ scalza, si vedono bene i suoi piedi nudi.

  Sulla sua testa brilla una corona di dodici stelle luminose.


Seguono: la preghiera “Madre, noi che in te crediamo”; il canto “Andrò a vederla un di”; la recita di tre

“Padre nostro”, ed il canto finale “Madonna nera”.

 





Mercoledì 8 dicembre 2010 - ore 19,30



W.     Abbiamo la presenza della Madonna.

  Salve, o Madre celeste.


M.    Io sono Maria, la serva del Signore. Sia lodato Gesù Cristo. [Sempre sia lodato]


  Cari figli, pregate con l’aiuto di Gesù, preparate i vostri cuori al pentimento, alla penitenza; purificatevi da tutti i vostri

  peccati.


  Io sono qua per aiutarvi, perché da soli non potete farcela.


  Desidero, con gioia, guidarvi e mostrarvi il grande amore che ho per ognuno di voi, perciò, figli cari, abbandonatevi

  totalmente a me.


  Vi abbraccio, vi stringo e vi do la mia materna benedizione.


W.     Madre mia, stringimi forte a te, fa che io, io, non cada mai agli inviti di questo mondo. Grazie o Maria per la tua scuola

  di salvezza.

  Madre, noi che in te crediamo, noi che ti amiamo, il nostro cuore a te doniamo, ora e sempre.


Seguono la recita della “Salve, Regina” ed il canto “Immacolata Vergine bella”.


 




Sabato 25 dicembre 2010 - ore 15,30



W.    “Salve o Regina,” (preghiera).


M.    Benediciamo il giorno del Signore.

  Cari figli, oggi è Natale, è nato il Messia Signore.


  Figli cari, fate un po’ di silenzio. Accendete nei vostri cuori luci ormai spente, accogliete con gioia il Mio Gesù, che è

  amore e vi dona la pace.


  Perseverate nella preghiera, vivete ogni giorno il Santo Natale.

  Innalzate con Me una preghiera di ringraziamento a Gesù, lui vi cerca, lui vi vuole, lasciatevi amare da lui.


  Figli cari, educate bene i vostri figli. Insegnate loro una più frequente confessione: questa è la medicina di cui avete tutti

  bisogno se volete camminare con Me, nella pace.


  Seguitemi figli cari, seguite la vostra Mamma celeste che, con il suo profumo di Cielo, vi attira e, rivestiti del Suo stesso

  splendore, Gesù potrà mettere radici profonde su di voi e prepararvi un posto nel suo regno di pace.


  Grazie figli cari di aver risposto alla Mia chiamata. La Mia prossima sarà il 6 marzo, alle 15,30.


  Ora vi benedico figli cari, con il Mio Bambino in braccio. Benedico le vostre famiglie; portate la Mia benedizione agli

  ammalati, agli anziani e a coloro che  forse credono ma non hanno mai voluto incontrare il Mio Gesù.


W.     Caro Bambino Gesù, Tu sei nato, sei vissuto, sei morto, sei risorto. Con la Tua bontà e il Tuo infinito amore aiutami a

  non peccare più. Lavami, fammi diventare più bianca della neve.


M.    Chinate il capo e sarete benedetti con la Mia benedizione materna: in nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo,

  amen.


W.     La Madonna è vestita di bianco, con manto azzurro e velo bianco. Ha le braccia tese. Sulle sue braccia tiene

  il suo Bambino Gesù, che è inquieto.

  Salve o Madre celeste.


Seguono: il canto “Astro del Ciel”, la recita di tre “Padre nostro”, tre “segni di croce” ed il canto “Tu scendi dalle stelle”.