Archivio Messaggi 2012

Madre

del Lungo Cammino

In ossequio ai decreti di Papa Urbano VIII, ai decreti della Sacra Congregazione dei Riti, e al Catechismo della Chiesa cattolica - 67, si dichiara che a quanto viene espresso nel seguente portale web non va data fede se non quella che meritano attendibili testimonianze e che non si  intende in alcun modo prevenire il giudizio della Chiesa, alla quale ci si sottomette con devozione.

W. = Wilma

M. = Maria



Domenica 11 marzo 2012 - ore 15,30



W.     Salve, o Madre Celeste.


M.     Sia lodato Gesù Cristo. [Sempre sia lodato]


  Figli cari, Io intervengo in tanti luoghi del mondo per insegnare agli uomini la via della salvezza.


  Il vostro santo rosario, le vostre preghiere, servono perché ogni uomo ritorni in se stesso, ricevendo lo Spirito di Dio,

  allontanando il pericoloso quietismo che vi circonda.


  Cari figli, aiutatemi a diffondere l’Amore di Gesù. Fatevi anche voi missionari. Se voi, figli cari, fate bene ogni cosa tra

  non molto capirete il perché della Mia insistenza.


  Dio vi ascolta, vi esaudisce quando il vostro cuore è sinceramente aperto a Lui.


  Cari figli, istruitevi di più, convertitevi, perché, figli cari, il tempo che vi rimane è prezioso, quello della prova è vicino: se

  voi porrete il vostro cuore nelle mie mani, con me, lo allontanerete.


  Pregate figli cari, pregate perché possiate diventare tutti miei, appoggiandovi sul mio guanciale d’amore per tutti voi.


  Grazie di aver risposto alla Mia chiamata. La Mia prossima sarà il 27 maggio, alle ore 16,00.


  Ora sollevate ogni vostra cosa, ogni vostro oggetto caro, il vostro cuore, le vostre labbra, la vostra mente; sollevate la

  vostra confusione, date tutto a Me, Io vi benedirò con la Mia benedizione materna: in nome del Padre, del Figlio e dello

  Spirito Santo, amen.


W.     La Madonna è vestita di bianco, con fascia azzurra in cintura, manto bianco e velo bianco. Sui suoi piedi

  appoggiano tre colombine bianche. E’ a braccia aperte; sulla mano destra tiene un rosario luminoso. Sulla

  sua testa brilla una corona di dodici stelle luminose. E’ sola.


Seguono la recita: della “Salve Regina”, della preghiera “Madre, noi che in Te crediamo, noi che ti amiamo,

il nostro cuore a te doniamo, ora e sempre, amen ”, e dei canti “Andrò a vederla un dì” e “Madonna nera”, accompagnati da tre segni di croce.


 




Domenica 27 maggio 2012 – 16,00



W.     Salve, o Madre Celeste.


M.    Sia lodato Gesù Cristo. [Sempre sia lodato]


  Cari figli, Io nelle vostre preghiere sempre vi ascolto e vi accompagno con la Mia preghiera.


  Cari figli, come può una mamma allontanarsi dai propri figli e non occuparsi di loro?

  Si cari figli, voi siete la Mia gioia, il Mio paradiso, la Mia ricchezza. Io sono sempre con tutti i Miei figli. Non è forse

  questa la gioia di una madre?


  Ah! Figli cari, quanto vi amo. Vi amo immensamente e voi figli cari, vivete con gioia questo grande dono: l’amore vero

  di Gesù che viene dal cuore di una madre.


  Seguitemi figli cari, seguite questo cammino, siate anche voi operatori di bene, di gioia, di amore. Se voi sarete con Me,

  nulla vi potrà far paura, nemmeno la morte, perché sarà per ognuno di voi l’ultima Mia apparizione, l’ultimo Mio

  evento, per poi trovarci nella gioia del Cielo. 


  Grazie figli cari di aver risposto alla Mia chiamata. La mia prossima sarà il 15 agosto, alle 17,30.


  Ora sollevate i vostri oggetti, ogni vostra cosa cara, saranno benedetti. E la benedizione di Dio Padre, di Dio Figlio, dello 

  Spirito Santo, accompagnata dalla mia, scenda su tutti voi, sulle vostre famiglie, sui vostri malati, sugli anziani, sui

  vostri cari bimbi e vi accompagni sempre.


W.     La Madonna è vestita di bianco, con un manto bianco e velo bianco. E’ a braccia aperte. Nella mano destra

  tiene un rosario luminoso, sopra la sua testa una corona di dodici stelle luminose. Ai suoi piedi, in ginocchio,

  un bambino e una bambina che la guardano meravigliati. In mano tengono una calla bianca. Dietro di Lei

  spunta la luna.


Segue il canto “Andrò a vederla un dì”.


 




Mercoledì 15 agosto 2012 - ore 17,30



W.     Salve, o Madre Celeste.


M.     Sia lodato Gesù Cristo. [Sempre sia lodato]

  Cari figli, il peccato fa cadere l’umanità nell’angoscia, nel dolore.


  Pregate figli cari e digiunate perché senza la preghiera non c’è pace, il vostro peccato è proprio quello che non cercate

  affatto Dio.


  Purificatevi da tutti i vostri peccati e comprendete, figli cari, che questa vita dura non è paragonabile a quella del Cielo: 

  lassù tutte le cose impossibili diventano possibili.


  Decidetevi per la santità. Io, figli cari, vengo a chiamarvi tutti alla conversione.


  Pregate figli cari, leggete e meditate i Miei messaggi con una fede sicura, decisa, ma anche con sacrifici e rinunce.


  Ah! Figli cari, io sono profondamente angosciata per quei figli che non riconoscono l’amore di Gesù perché sono vittime

  di ambizioni, di odio, guidati dalla potente forza di Satana.


  Cari figli, Io sono la vostra Madre celeste, sono l’unica vera Madre di Gesù e voglio, figli cari, condurvi a Gesù, Luce di

  Verità.


  Oh! Figli cari, quando comprenderete e avrete compreso l’amore di Gesù, l’amore della vostra Madre celeste, sarete felici

  e piangerete di gioia, perché sarete seme d’amore per gli altri.


  Vi abbraccio figli cari. Grazie di aver risposto alla Mia chiamata. La Mia prossima sarà il 21 ottobre, alle 15,30.


W.     Aspetta Maria, non andar via.


Grazie o Maria per la tua scuola di salvezza.


M.    Ora mettetevi in ginocchio, sollevate i vostri oggetti, ogni vostra cosa cara; sollevate il vostro cuore, i vostri piaceri e

  dispiaceri, saranno benedetti. E la benedizione di Dio Padre, del Figlio, dello Spirito Santo, accompagnata dalla Mia,

  scenda su tutti voi, nelle vostre famiglie, sui vostri bimbi, sugli ammalati, sugli anziani, sulle giovani coppie e anche su

  quei sacerdoti che non ne vogliono sapere delle mie apparizioni.


W.     La Madonna è vestita di sole: manto dorato, velo dorato. E’ accompagnata da quattro grandi angeli: due alla

  destra, due alla sinistra. E’ a mani giunte; tra le dita tiene un rosario luminoso. Ai suoi piedi, non lo so

  quanti, ma una schiera di piccoli angeli.


Seguono: la recita di tre “Padre nostro”, accompagnati da tre “segni di croce”, e dal canto “Madonna nera”.

 


 



Domenica 21 ottobre 2012 - ore 15,30



W.     Salve, o Madre Celeste.


M.    Sia lodato Gesù Cristo. [Sempre sia lodato]


  Figli cari, io vi chiedo di unirvi a me, nel mio spirito, nel mio amore. Vi chiedo di pregare per ogni cosa del vostro cuore.

  Vi chiedo di purificarvi, di alimentare il vostro cuore, la vostra mente, sicuri della verità, della saggezza.


  Figli cari, state attenti alle tentazioni, non sentitevi troppo sicuri.


  Io vi ho insegnato l’amore, l’umiltà, il perdono, la pazienza, la carità, l’ascolto, la verità.


  Figli cari, chi vivrà nella mia verità sarà felice e godrà della mia presenza in ogni cambiamento della propria vita.


  Cari figli, io non voglio rivelarvi il domani, con gioia vi dono l’oggi. Rendetevi felici ed io lo sarò con voi.


  State uniti figli cari, amatevi gli uni gli altri come il Padre ama ed ha insegnato a fare.


  Vivete in un unico spirito. L’unico spirito è Dio. Ma, figli cari, non dimenticate la preghiera, la comunicazione,

  l’abbandono a Dio; Lui vi sa ascoltare e tutto il Suo amore vi vuole donare.


  Io, figli cari, non voglio stancarvi, voglio amarvi.


  Grazie di aver risposto alla mia chiamata. La mia prossima sarà il 25 dicembre, alle 15,30.


  Ora sollevate i vostri oggetti, ogni vostra cosa cara, saranno benedetti. E la benedizione di Dio Padre, di Dio Figlio, dello

  Spirito Santo discenda su tutti voi, nelle vostre famiglie, sugli anziani, sugli ammalati, sui vostri bimbi, sul vostro

  lavoro, accompagnata dalla mia, vi segua sempre.


W.     La Madonna è vestita di bianco, con fascia azzurra in cintura, manto azzurro e velo bianco. E’ scalza. Ai

  suoi piedi appoggiano sette colombine bianche. Attorno a lei, in un prato fiorito, margherite bianche.


Segue il canto “Madonna nera”.

   

 




Martedì 25 dicembre 2012 - ore 15,30



W.     Salve, o Madre Celeste.


M.     Sia lodato Gesù Cristo. [Sempre sia lodato]


  Cari figli, oggi la vita di ogni uomo ha un senso nuovo perché il Bambino Gesù che è nato e che Io vi dono, povero,

  indifeso, è anche il vostro Dio. E’ l’Emanuele, uomo come voi, Dio con voi, è vostro fratello, è il cuore del mondo, è

  l’unica speranza in questo mondo smarrito.


  Figli cari, Io, come mamma addolorata, sento voci che lo respingono, porte che si chiudono, ma non temete figli cari: oggi

  è nato per voi, per tutto il mondo, un Salvatore.


  Seguitemi, figli cari, seguite la luce della vostra Mamma celeste; recitate sempre il santo rosario.


  Pregate, figli cari, perché cessi la violenza, perché non ci siano guerre, perché non ci siano giorni che possano segnare il

  destino di tutta l’umanità.


  Vi abbraccio figli cari, vi stringo a Me e vi consolo.


  Grazie di aver risposto alla Mia chiamata. La mia prossima sarà il 17 marzo, alle 15,30.


W.     Madre mia, insegnami ed aiutami ad amare ogni giorno sempre di più il tuo Gesù.


  Caro Bambino Gesù, Tu sei nato, sei vissuto, sei morto, sei risorto. Con la Tua bontà e il Tuo grande amore aiutami a

  non peccare più. Lavami, fammi diventare più bianca della neve.


M.     Ora sollevate i vostri oggetti, ogni vostra cosa cara, saranno benedetti con la Mia benedizione materna. Vi benedico figli

  cari, benedico tutti voi ed estendo la Mia benedizione al mondo intero.


W.     La Madonna è vestita di bianco, con fascia azzurra in cintura, manto azzurro e velo bianco. E’ a mani

  giunte. La sua testa è leggermente chinata sopra una culla dove, su poca paglia, posa un bambino:

  il Bambino Gesù. E’ vestito di bianco, con le braccia che non stanno ferme. Sopra di Lui un’aureola dorata;

  sopra il capo di Maria una corona con dodici stelle luminose. Attorno a lei sei angeli. Dal cielo cadono stelle.


  Salve, o Madre Celeste. 


Segue il canto “Astro del Ciel” e la recita della “Salve, Regina”.