Archivio Messaggi 2014

Madre

del Lungo Cammino

In ossequio ai decreti di Papa Urbano VIII, ai decreti della Sacra Congregazione dei Riti, e al Catechismo della Chiesa cattolica - 67, si dichiara che a quanto viene espresso nel seguente portale web non va data fede se non quella che meritano attendibili testimonianze e che non si  intende in alcun modo prevenire il giudizio della Chiesa, alla quale ci si sottomette con devozione.

W. = Wilma

M. = Maria



Domenica 26 Gennaio 2014 - ore 20,57

Messaggio della Madre del Lungo Cammino letto da Wilma durante la sua festa di compleanno.



W.     Adesso vi dico quanto Maria mi ha detto in questi giorni di comunicarvi.


M.    Cari figli, quando siete nell’ombra, nell’aridità spirituale, tante belle virtù io vi offro, sta a voi poterle percepire. Se siete

  nella luce altrettante belle virtù io vi offro, perché vi amo, e dispongo il vostro cammino per il vostro bene. Tutto ciò è

  per il vostro bene.


  Mettiamo il nostro bene in comune, vi procureranno tesori del Cielo. Il Cielo è un vasto campo di fiori. Senza orgoglio,

  senza rivalità, presentatelo anche voi alla vostra Madre celeste, io ne sarò tanto felice e lo offrirò al mio Gesù.


  Il vostro cammino è un cammino di gloria per arrivare al Cielo con le braccia cariche di fiori, per offrirli al Padre vostro

  che vi attende.


  Io vi amo figli cari, un amore molto potente: la santità è alla portata di tutti. Io offro a tutte le anime le virtù: poche le

  accettano, molte le rifiutano e il mio cuore è ulcerato.

  Vi ripeto: vi amo. Amo tutte le anime e non voglio che la loro felicità, la loro bellezza.


  Spesso direte: com’è lungo e scabroso il cammino. E io vi rispondo che il discepolo non è più grande del maestro ma cerca

  di imitarlo, unendo il suo cuore.


  Mi unisco a voi per fare gli auguri alla vostra veggente. Vi abbraccio.


  Ora, incrociate le mani e dite: “Padre nostro che sei nei cieli…”.


  Mettetevi in ginocchio. E la benedizione di Dio Padre, di Dio Figlio, di Dio Spirito Santo, accompagnata dalla Mia,

  discenda su di voi, sulle vostre famiglie, sui vostri cari e vi accompagni sempre. [Segno di croce].   


W.    Madre, noi che in te crediamo, noi che ti amiamo, il nostro cuore a te doniamo, ora e sempre, amen.


  Madre mia, insegnami ed aiutami ad amare ogni giorno sempre di più il tuo Gesù.


  Sia lodato Gesù Cristo. [Sempre sia lodato]

  Sia lodato e ringraziato ogni momento, [il Santissimo e Divinissimo Sacramento]

  Grazie a tutti.


 

 



Domenica 2 Marzo 2014 - ore 18,15

Nella Chiesa di Madonna di Dossobuono (VR), durante la celebrazione della Santa Messa celebrativa del 16° anniversario delle apparizioni.



W.     Salve o Madre celeste.


M.     Sia lodato Gesù Cristo. [Sempre sia lodato].


  Figli cari siate fedeli e la mia opera di Mediatrice continuerà.


  Figli cari, ascoltate i miei insegnamenti. Fate dei vostri giorni non solo opere ma sia la vostra vita fonte di carità, di

  amore, di preghiera. Siano i vostri giorni frutti di bene e di amore.

  Dio vi attende poveri e purificati.


  Quanto ha pagato a caro prezzo per riavervi e non permetterà la rovina del suo creato. Perciò, figli cari, pregate

  incessantemente, pregate.


  Son passati 16 anni di messaggi, di insegnamenti, di paure, di umiliazioni; vedendo anche quei cartelli appesi con frasi

  false davanti alla mia oasi non solo la vostra veggente ma anch’io ho sofferto e soffro. Quante fitte al mio cuore, al suo

  cuore, ma continuate figli cari a pregare.


  Continuate non con le chiacchiere, non con le dicerie, ma con sincerità, a credere a questa grande realtà: Dio l’ha voluta.

  Dio mi manda sulla terra per salvare tutti i miei figli, tutti i suoi fratelli. Non sono falsità ma questa è proprio verità.


  Perciò figli cari continuate con la preghiera, incoraggiate la vostra veggente perché anche lei è colpita da insidie, da

  malori, e poco sostenuta dai sacerdoti, che anche loro mettono in dubbio questa grande verità.


  Vi ringrazio, vi saluto e vi abbraccio e, accompagnata da mio figlio Gesù, vi benedico: in nome del Padre, del Figlio e

  dello Spirito Santo, amen.


W.     Madre, noi che in te crediamo, noi che ti amiamo il nostro cuore sempre a te doniamo.

Maria, insegnami ed aiutami ad amare ogni giorno sempre di più il tuo Gesù.


M.     Chiedo una canzone, se potete: l’Ave Maria.

Grazie di avermi ascoltata. 


[Nicoletta intona l’Ave Maria]


 




Domenica 16 Marzo 2014 - ore 15,30



W.     Salve, o Madre celeste.


M.    Sia lodato Gesù Cristo [Sempre sia lodato].

  Figli cari, chi mi ascolterà, chi mi seguirà, troverà la pace. Non evadete alla mia chiamata, rifiutando un dono di Dio.


  Cari figli, tra poco io mi allontanerò da voi con la mia presenza, ma sarò ugualmente in mezzo a voi anche se non mi

  vedete.


  Il tempo dell’attesa, della riflessione, sta passando; è tempo di operare se volete togliere dal mondo il potere del maligno.


  L’umanità si impoverisce sempre di più di amore, si arricchisce di superbia proteggendo Satana e i suoi seguaci. Ed

  eccomi in lacrime per questo mondo che non vuole saperne dell’amore di Dio.


  Figli cari, vi incoraggio a pregare. Pregate, pregate perché questa mia opera emerga e sia centro di attenzione;  non un

  mondo diventato palude di iniquità.


  Figli cari non deludetemi: io con voi e con quanti vi seguiranno nella preghiera, nella mia scuola, assieme arresteremo il

  male, uniremo il mondo, saneremo il rapporto coniugale opera del maligno.


  Vi abbraccio figli cari, vi stringo tutti a me, vi saluto e vi ringrazio. Grazie di aver risposto alla mia chiamata. La mia

  prossima sarà il 25 maggio alle ore 16,00.


  Ora, sollevate i vostri oggetti, ogni vostra cosa cara; chinate il capo per la benedizione: e la benedizione di Dio Padre, di

  Dio Figlio, dello Spirito Santo, accompagnata dalla Mia, scenda su tutti voi, sulle vostre famiglie, sui vostri cari, sugli

  ammalati, sugli anziani, sui vostri bimbi, sulle giovani coppie, sui sacerdoti, che anche loro ne hanno tanto bisogno. In

  nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, amen.


W.     Madre mia, stringimi forte a te, fa che io non cada mai agli inviti di questo mondo. Grazie o Maria per la tua continua

scuola di salvezza.


  La Madonna è vestita di bianco, con fascia azzurra in cintura, manto azzurro e velo bianco. Al collo teine un

  rosario luminoso. Sopra la sua testa brilla una corona di dodici stelle luminose. E’ scalza; i suoi piedi nudi

  appoggiano su terra. Il cielo è azzurro, un po’ stellato. Attorno a lei c’è tutto spoglio, terra, solo piccole

  stradine fatte a zig-zag con sassolini bianchi. La sua testa guarda proprio noi. Dai suoi occhi scende

  qualche lacrima.


Segue il canto “Madonna nera”, accompagnato da tre segni di croce.


 




Domenica 25 Maggio 2014 - ore 16,00



W.     Salve, o Madre celeste.


M.    Sia lodato Gesù Cristo [Sempre sia lodato].


  Cari figli sapete che non siete soli, camminate assieme a me coraggiosamente, accoglietevi tutti con amore, pronti ad ogni

  necessità.


  Siate forti, figli cari, perché nella fragilità umana si fa forte tanta ipocrisia.

  Siate tutti consapevoli della mia chiamata.


  Cari figli non lasciatevi trascinare di qua, di là, dove ci sono tante chiacchiere che creano a tutti troppa confusione.


  Pregate figli acri, pregate, pregate; siate credenti, praticanti. Non scandalizzatevi di essere cristiani: Dio è con voi. Ed io,

  Maria, proteggerò voi e le vostre opere.


  Figli cari, esaminatevi ogni giorno, esaminatevi, non lasciatevi rubare il cuore dalle cose del mondo; non siate ciechi a

  tutto ciò che vi circonda, c’è il Creatore.


  Vi chiedo preghiera, carità, povertà.


  Ah! Figli cari, ci saranno tempi nuovi ed io vi sto preparando ad accoglierli.


  Vi abbraccio e vi stringo tutti a me. Grazie di aver risposto alla mia chiamata. La mia prossima sarà il 15 agosto alle ore

  17,00.


  Ora inginocchiatevi, chiedete perdono a Gesù delle vostre colpe, delle vostre mancanze. Deponete i vostri oggetti, ogni

  vostra cosa cara, saranno benedetti: e la benedizione di Dio Padre, di Dio Figlio, dello Spirito Santo accompagnata dalla 

  Mia scenda su tutti voi, sulle vostre famiglie, sui vostri cari, gli anziani, gli ammalati, i vostri bimbi,… e su quelli che

  non credono in me.


W.     La Madonna è vestita di bianco con fascia azzurra in cintura, manto azzurro e velo bianco. Sopra la sua testa

  brilla una corona di dodici stelle luminose. E’ a mani giunte, tra le dita tiene un rosario luminoso. E’ scalza.

  Sopra sui suoi piedi appoggiano tre colombine bianche. Attorno a lei piante di rose gialle e bianche. Il cielo è

  stellato.

  Sul viso di Maria spunta qualche lacrima.


Segue la recita di tre Padre nostro ed il canto finale “Madonna nera”, accompagnati da tre segni di croce.

 





Venerdì 15 Agosto 2014 - ore 17,00



W.     Salve o Madre celeste.


M.    Sia lodato Gesù Cristo [Sempre sia lodato].

Cari figli, io vi ho chiamati e continuerò a chiamarvi, perché questa è la mia casa e voglio che sia rifugio, luogo di sicurezza

contro il Maligno.


Cari figli, venite sempre a pregare in questo luogo e abbiatene cura, perché è da questo luogo che Dio donerà pace a tutti quelli 

che con fede la chiederanno.


Siate pazienti nelle vostre opere, gioiosi nel vostro fare.

Io sto chiamando tutti alla conversione, dovete fare presto, dovete correre, se volete arrivare in tempo.


Lui mi ha voluta Madre di tutti ed io continuerò a chiamarvi.


Lodate il Padre, e a tutti quelli che mi riconosceranno come Madre saranno riconosciuti figli.


Siate miei operatori di pace, di amore, di fratellanza, in tutto il mondo. E se il mio Cuore immacolato trionferà, sarà grazie

anche a voi.


Cari figli, siate belli, sinceri, trasparenti come l’aria; perdonate, perdonatevi tutti.


Pregate figli cari, pregate, pregate, perché io possa continuare.


Vi abbraccio, vi stringo tutti a me. Grazie di aver risposto alla mia chiamata.

La mia prossima sarà il 26 ottobre, alle 15,30.


Ora appoggiate i vostri oggetti, ogni vostra cosa cara, chinate il capo per la benedizione: e la benedizione di Dio Padre, di Dio

Figlio, dello Spirito Santo, scenda su tutti voi, sugli ammalati, sugli anziani, sulle giovani coppie, sui bambini, sulle

vostre famiglie, nelle vostre case e su quelli che non credono in me.


W.    Invoca tre Padre nostro e la preghiera: Madre mia insegnami ed aiutami ad amare ogni giorno sempre di più il tuo

Gesù.


La Madonna è vestita di sole. E’ a mani giunte, tra le dita tiene un rosario luminoso. Sopra la sua testa brilla

una corona di dodici stelle luminose. E’ scalza. Attorno a lei, non so dire quante, ma uno sciame di

colombine bianche.

Il cielo è azzurro, leggermente stellato.


Salve o Madre celeste.


Seguono tre Ave Maria ed il canto “Madonna nera”.






Domenica 26 Ottobre 2014 - 15,30




W.     Salve, o Madre celeste.


M.    Oh! Sia lodato Gesù Cristo [Sempre sia lodato].

Cari figli, senza di voi il Signore non può fare nulla.

Cercate il Signore, amate il Signore, pregate il Signore, Lui è l’unico vero Dio. Solo con Lui troverete la pace eterna.


Oh figli cari, leggete e meditate attentamente i miei richiami d’amore.


Siate sinceri, non promettete se poi ogni vostra scusa vi porta lontano da me, privandovi della mia presenza e del

grande dono che Dio vi ha fatto.


Non ascoltate la voce del Maligno, maestro di inganni, di tentazioni.

Oh, figli cari, quante anime si perdono ogni giorno, quanta confusione, quanta desolazione, quanta ipocrisia.

Gli uomini di questo mondo stanno lavorando per la distruzione di ogni cosa.


Seguitemi, figli cari, in questo mio lungo cammino di preghiera, di sofferenza.


Voi figli cari, mi amate? Credete in me? Chinate il capo e ditemi di si! [I presenti rispondono "si”]

Io continuerò ad essere la vostra Mediatrice.

Unitevi a me, alla vostra veggente, adorando, pregando e riparando questo grande subbuglio che c’è nel mondo.


Vi stringo figli cari, vi stringo tutti a me, vi mando un bacio e vi abbraccio.

Grazie di aver risposto alla mia chiamata.

La mia prossima sarà il 25 dicembre, alle 15,30.

Desidero anche che l’8 dicembre, alle ore 19,30, in questo luogo sia fatto il santo Rosario con passaggio nell’acqua. Al

centro dell’oasi desidero sia messa una stella luminosa con grotta luminosa.


Ora appoggiate i vostri oggetti, ogni vostra cosa cara, se volete inginocchiatevi. E la benedizione di Dio Padre, di Dio

Figlio, dello Spirito Santo, discenda su di voi, sulle vostre famiglie, sugli ammalati, sugli anziani, sui vostri bimbi, sulle

giovani mamme e sulle donne, e su tutti quelli che non credono in me.


Segue la recita di tre Padre nostro.


W.     La Madonna è vestita di bianco, con fascia azzurra in cintura; manto azzurro e velo bianco. Sopra la sua testa

brilla una corona di dodici stelle luminose. E’ scalza. I suoi piedi nudi appoggiano su un’enorme pietra.

Più in basso, attorno a lei pietre, un po’ più piccole. In qua e in là c’è qualche pecora. Io le provo un po’ a

contare, con numeri romani: I, II, II, IV, V, VI, VII, VIII, IX e X. Sono numerate sulla testolina e sono rivolte

tutte verso di noi.

Suggerimento di Maria: “Dieci comandamenti”.


Seconda benedizione [segno della croce].

Salve o Madre celeste. Oh! Che bella! Oh!


Seguono i canti: “Noi vogliam Dio” e “Andrò a vederla un dì”.


 




Lunedì 08 Dicembre 2014 - 19,27




W.     Vi chiedo: inginocchiatevi.

Abbiamo la presenza della Madonna.

Salve, o Madre celeste.


M.    Lodate il Signore.

Cari figli, io vi voglio accompagnare tutti nel rifugio del mio Cuore immacolato, dove farò scendere su ognuno di voi raggi di luce, 

di amore e di grazie.


Vi guardo con dolcezza e con tenerezza. Vi chiedo di pregare: pregate! pregate! pregate! Perché io voglio ricostruire tutto ciò che il 

Maligno è riuscito a distruggere.

Se voi sarete con me più breve sarà la battaglia e più affrettato sarà il trionfo del mio Cuore immacolato.


Oh! So che vi intrattenete con il Santo Rosario. Vi raccomando: il passaggio nell’acqua.


Vi ringrazio per la grande opera che avete fatto qui davanti a me. Vi avevo promesso di tenerla solo per un giorno ma, scusatemi, la

voglio fino a dopo l’Epifania.


Ora io vi saluto, vi abbraccio e vi benedico. [Tre segni di croce]


W.     La Madonna è vestita di bianco, con manto azzurro e velo bianco. E’ a mani giunte. Sopra la sua testa brilla

una corona di dodici stelle luminose.

E’ scalza, sotto ai suoi piedi la luna. E’ sola. Cadono stelle.


Seguono: tre “Padre nostro”, il canto “Giovane donna” e la recita del

Santo Rosario, con i misteri gaudiosi.






Giovedì 25 Dicembre 2014 - 15,30




W.     Salve, o Madre celeste.


M.     Gloria a Dio e pace a voi.


Figli cari, accogliete il mio Gesù, donategli il calore dei vostri cuori, per farlo crescere in

voi. Unitevi a me per portare a Lui tutti i cuori del mondo.


Non solo un bambino vi ho portato, che vi è stato dato dallo Spirito Santo per farlo nascere in

voi: Gesù!!! Ch’è miracolo d’amore e di bontà.


Pregate figli cari per la desolante incoscienza che circonda il mondo.


Arricchitevi di grazia, voi che mi credete, che mi amate, seguite il cammino che vi ho

insegnato: la strada è giusta, io non vi lascerò soli.

Gesù mi affida ciascuno di voi ed io, degnamente, vi porto al Salvatore Gesù.


Vi a uguro un Santo Natale, vi abbraccio, vi stringo tutti, tutti, tutti, tutti, a me.


Grazie di aver risposto alla mia chiamata. La mia prossima sarà il 22 marzo, alle 15,30.


Ora ponete i vostri oggetti, ogni vostra cosa cara; chinatevi per la benedizione, che io vi darò

con la manina del mio bambino Gesù: e la benedizione di Dio Padre, di Dio Figlio, dello

Spirito Santo, accompagnata dalla mia, scenda su tutti voi, sulle vostre famiglie e sui vostri

cari.


Segue la recita di tre Padre nostro.


W.     La Madonna è vestita di bianco, con manto azzurro e velo bianco. Attorno alla sua testa

un’aureola luminosa. E’ scalza. Sul suo braccio destro tiene un bambino, Gesù, anche lui

illuminato da un’aureola luminosa. Ha una manina alzata. Dietro di lui San Giuseppe, con un

bastone e un braccio, alla mia vista il braccio sinistro, alto. Attorno a lei, angeli piccoli, vestiti

di bianco.


Seguono: la recita della “Salve Regina”, accompagnata da tre segni di croce, ed il canto

“Astro del ciel”.