Madre

del Lungo Cammino

In ossequio ai decreti di Papa Urbano VIII, ai decreti della Sacra Congregazione dei Riti, e al Catechismo della Chiesa cattolica - 67, si dichiara che a quanto viene espresso nel seguente portale web non va data fede se non quella che meritano attendibili testimonianze e che non si intende in alcun modo prevenire il giudizio della Chiesa, alla quale ci si sottomette con devozione.

W. = Wilma

M. = Maria

 

 

Lunedì 02 Marzo 2015 - ore 20,50

Nel Santuario della "Madonna della Salute" di Madonna di Dossobuono (VR), nel 17°anniversario delle Sue apparizioni pubbliche.

 

 

 

W. Salve, Madre celeste.

 

M. Sia lodato Gesù Cristo [Sempre sia lodato].

Figli cari, quanti messaggi vi ho dato in questi anni, 17, quanti richiami vi ho fatto, ma non è stato perché voglio

punirvi, ma per animare dentro di voi quel seme che rimane socchiuso.

Io, figli cari, vi dono la pace; insieme alla pace troverete il vostro equilibrio, la vostra libertà.

Amatevi figli cari, state uniti, non vagate di qua e di là, perdonatevi con perdono sincero.

Non fatemi soffrire, perché chi fa soffrire il mio cuore fa soffrire anche mio figlio Gesù.

Il mio compito è di chiamarvi, di aiutarvi, ma anche di donarvi.

Io, di cuore, ringrazio padre Massimo, monsignor don Gino, per le loro continue prestazioni fatte con amore ma,

ringrazio anche tutti voi. Col mio manto io vi avvolgo tutti e vi stringo tutti a me.

Dopo, posso chiedere a padre Massimo, a don Gino, di terminare con la benedizione solenne?

 

W. Salve o Madre celeste.

Segue la recita di tre “Padre nostro”.

Salve, o Madre celeste.

 

Prosegue la Santa messa, che si concluderà con la benedizione solenne impartita dai due celebranti.

 

 

 

 

 

Domenica 22 Marzo 2015 - ore 15,30

 

 

W. Segno della croce.

Salve Regina, Madre di…

Salve, o Madre celeste.

 

M. Sia lodato Gesù Cristo [Sempre sia lodato].

Cari figli, da anni che vi invito alla santità, ma siete ancora lontani.

Oh! Apritevi a Dio, all’amore di Dio, all’abbandono totale a Lui.

 

Io, figli cari, non voglio costringervi ma vi chiedo di consacrare un po’ di tempo della vostra giornata con Dio, per Dio;

solo con lui potrete testimoniare la mia presenza in questo luogo, perché tutto è un suo dono, dato per tutti, tutti, tutti,

tutti voi.

 

Pregate figli cari, perché con la preghiera sarete più ricchi di grazia divina. Tramite la preghiera avrete più gioia e pace;

perciò figli cari, la preghiera sarà vita per ognuno di voi.

 

Vivete questo vostro istante terreno, breve, da figli di Dio. Siate con lui; solo con lui avrete la pace. Siate come lui vi

vuole: umili, pronti alla sua chiamata.

 

Io, figli cari, non cesserò di richiamarvi perché vi amo, vi amo, tutti, tutti, tutti, e so che mi aiuterete in questa mia opera

di salvezza.

 

Ora vi saluto, vi abbraccio e vi stringo fortemente a me.

Grazie di aver risposto alla mia chiamata. La mia prossima sarà il 31 maggio, alle ore 16,00.

 

Ora appoggiate i vostro oggetti, inginocchiatevi, chinate il capo, saranno benedetti. E la benedizione di Dio Padre, di

Dio Figlio, dello Spirito Santo, accompagnata dalla mia, scenda su tutti voi, sulle vostre famiglie, sui vostri cari, sugli

anziani, sugli ammalati, sulle giovani coppie, sulle mamme, sui vostri bambini: educateli cristianamente, nel nome del

Padre, del Figlio e dello Spirito Santo.

 

W. La Madonna è vestita di bianco, con manto azzurro e velo bianco. E’ in ginocchio a mani giunte, tra le dita

scorre un rosario luminoso. E’ inginocchiata su terra; attorno a lei piante di olivo, piccole e un po’ più grandi.

Sullo sfondo, girato di spalle, con una veste bianca, in preghiera: Gesù.

 

Segue la recita di tre “Padre nostro”.

Salve o Madre celeste.

 

Seguono i canti “Ti saluto o croce santa” e “Madonna nera”, accompagnati da tre segni di croce.

 

 

 

 

 

Domenica 31 Maggio 2015 - ore 16,00

 

 

 

 

W. Segno della croce.

Salve Regina, Madre di…

Salve, o Madre celeste.

 

M. Sia lodato Gesù Cristo [Sempre sia lodato].

Cari figli, non vagate inutilmente. Io sono con voi e rimarrò accanto a voi.

Io vi ho insegnato la strada della verità, vi ho resi tutti fratelli.

 

Tutto attorno a voi è passeggero, perciò, figli cari, rinunciate a tutto quello che vi porta lontano dal Signore.

Il Signore ha donato a voi e a tutto il suo popolo il suo grande amore. Non chiudete gli occhi di fronte a questa grande verità.

 

Adorate il Signore, perché solo lui è l’unico vero Dio, e solo la sia gloria vi darà serenità e pace.

 

Cari figli, amatevi gli uni e gli altri. Siate sinceri, umili, obbedienti; chiedete la mia intercessione perché io possa portare sempre

più anime a vivere i miei messaggi.

 

Io, figli cari, non vi abbandono, e voi… e voi!... cuori taciturni e inquieti.

 

Vi ringrazio figli cari, vi stringo tutti a me e vi abbraccio.

Grazie di aver risposto alla mia chiamata. La mia prossima sarà, preparatevi, il 15 agosto, alle ore 17,00.

 

Ora chinatevi per la benedizione, appoggiate i vostro oggetti, ogni vostra cosa cara. E la benedizione di Dio Padre, di Dio Figlio,

dello Spirito Santo, scenda su tutti voi, sulle vostre famiglie e sui vostri cari bimbi.

Seguono tre segni di croce e la recita di tre “Padre nostro”.

 

W. La Madonna è vestita di bianco, con manto bianco e velo bianco. Sopra la sua testa brilla una corona di dodici

stelle luminose. E’ a mani giunte, tra le sue dita scorre un rosario luminoso. E’ scalza.

Stesi per terra, rivolti con la pancia in giù, tre bambini vestiti di bianco. Attorno a lei un tappeto di rose gialle

e calle bianche.

Dai suoi occhi scorre qualche lacrima.

 

Segue la recita della “Salve Regina” e di tre “Gloria al Padre”, accompagnati dal canto finale “Madonna nera” e da tre segni di croce.

 

 

 

 

 

Sabato 15 Agosto 2015 - ore 17,00

 

 

 

 

W. Recita della Salve Regina…

Salve, o Madre celeste.

 

M. Sia lodato Gesù Cristo [Sempre sia lodato].

 

Cari figli, non perdete tempo perché questo, per voi, è tempo di grazia.

Io vi amo, figli cari, e voi lo sapete.

 

Sono contenta di vedervi uniti a pregare, seguendo il cammino che vi ho insegnato. Ma, figli cari, pregate e perdonate

anche quelli che stanno suscitando uno scandalo per le mie apparizioni.

Questi capiranno, ma allora io avrò detto quanto dovevo dire. Per questi il tempo è passato, per molti altri sarà tempo

perduto.

 

Vivete nella grazia, approfittate di questo ulteriore tempo di grazia.

 

Io farò scendere su tutti i miei devoti la luce di verità, promettendo che un giorno li accompagnerò alla luce eterna del

Cielo.

 

Cari figli, oggi alla vostra festa si unisce la festa del Cielo.

Vi abbraccio figli cari e vi stringo tutti, tutti, tutti a me.

Vi saluto e vi ringrazio. La mia prossima chiamata sarà il 25 ottobre, alle 15,30.

 

Ora inginocchiatevi, chinate il capo, posate ogni vostro oggetto o ogni vostra cosa cara, saranno benedetti. E la

benedizione di Dio Padre, di Dio Figlio, dello Spirito Santo, accompagnata dalla Mia, scenda su tutti voi, sulle vostre

famiglie, sui vostri cari e su quelli che non credono in me.

 

Segue la recita di tre Padre nostro.

 

W. La Madonna è vestita di sole. E’ a mani giunte, tra le dita tiene un rosario luminoso. Sopra la sua testa brilla

una corona di dodici stelle luminose. E’ scalza.

Ai suoi piedi sei bouquet di rose gialle. Davanti a lei tante persone: alcune in ginocchio, altre in piedi. Ma,

fra questa gente, c’è qualcuno vestito di bianco. [Essi cantano]:

 

Oggi è festa per voi, oggi è festa per noi;

oggi è festa per voi, oggi è festa per noi;

oggi è festa per voi, oggi è festa per noi,

tutti insieme noi cantiamo

Ave Maria.

 

Seguono: tre segni di croce, la prima strofa del canto “Immacolata Vergine bella”, e la recita della Salve Regina.

 

Salve, o Madre celeste.

 

Canto finale, “Madonna nera”.

 

 

 

 

 

Martedì 8 Settembre 2015 - ore 20,45

- Festa della “Natività della Beata Vergine Maria” -

 

 

 

 

W. Salve, o Madre celeste.

Posso entrare? Devo entrare? Permesso. [Wilma fa un passo in avanti ed entra nel grande cuore che era stato disegnato

sul prato con numerosi ceri ardenti, disposti in modo da formare al suo interno un secondo cuore, più piccolo]. Grazie.

 

M. Cari figli, sempre più in alto io vi porterò dove incontrerete l’amore del Padre e, insieme a me, continuerete ad amarlo

sempre di più.

 

Vivete di gioia, ma più di speranza, preparati ad ogni evento, sempre pronti ad ogni necessità.

 

Io, figli cari, sono sempre qui, in mezzo a voi. Vi chiedo aiuto, preghiera, perché devo sciogliere le catene che hanno

incatenato il mondo intero.

 

Porgo un grazie a tutti voi, in particolare a quanti hanno lavorato per me questa sera, adempiendo il mio desiderio.

 

A te, mia cara figlia: questo è il mio cuore, questo è il tuo cuore, simile al mio. Usalo nelle grandi necessità.

Io voglio darti un grazie particolare a te, per quello che eri, per quello che sei, e per l’amore, il bene, che fai. Grazie

figlia mia.

Non piangere, fatti incoraggiare sempre da quelli che sono vicino a te.

 

Portatemi in tutte le case. Portatemi in tutte le vostre famiglie.

Io vi stringo tutti a me e vi benedico. [A queste parole, Wimla stringeva le braccia incrociandole sul proprio cuore].

 

Seguono tre segni di croce, la recita di tre Ave Maria e della Salve Regina.

 

W. Salve, o Madre celeste.

Rimani ancora qui con noi.

Grazie.

Proseguite con il Santo Rosario.

 

Alla fine vengono intonati i canti “Madonna nera” e “Madre del lungo cammino”.

 

 

 

 

 

Domenica 25 Ottobre 2015 - ore 15,30

 

 

 

 

W. Recita della Salve Regina…

Salve, o Madre celeste.

 

M. Sia lodato Gesù Cristo [Sempre sia lodato].

 

Cari figli, usufruite del vostro tempo per il tempo dell’eternità.

 

Ve l’ho detto e ve lo ripeto ancora: allontanatevi dalle cose superflue, donatevi generosamente alle cose buone.

Desidero saggezza, umiltà e perdono.

 

Sia sicura con la vostra preghiera questa mia e vostra oasi.

 

Cari figli, desiderate che io sia sempre con voi? E lo sarò!

 

Se meditate attentamente i miei messaggi e seguite i miei insegnamenti, perché, figli cari, il tempo della prova è molto vicino, se voi porrete il vostro cuore nelle mie mani, con me lo potrete allontanare.

I figli di Dio godranno della grande luce divina. Ogni ribellione al Regno di Dio sarà placata, e per tutti questi ci sarà, ad ognuno, la sua sentenza.

 

Io, figli cari, vi amo, via amo tanto: quanto mi amate voi?

 

Vi saluto e vi abbraccio.

 

Grazie di aver risposto alla mia chiamata. La mia prossima sarà il 25 dicembre alle ore 15.30, ma non dimenticate l’8 dicembre alle ore 19,00.

 

Ora appoggiate ogni vostra cosa cara, inginocchiatevi e chinate il capo. E la benedizione di Dio Padre, di Dio Figlio, dello Spirito Santo, accompagnata dalla mia, scenda su tutti voi, sulle vostre famiglie, nelle vostre case e sui vostri cari bambini.

 

Seguono tre segni di croce.

 

W. La Madonna è vestita di bianco, con manto azzurro e velo bianco. E’ a mani giunte. Sopra la sua testa brilla un’aureola

di dodici stelle luminose. E’ scalza; ai suoi piedi posano tre colombine bianche. Davanti a lei un grande prato di

margherite gialle.

 

Salve o Madre celeste.

 

Seguono: tre segni di croce, la recita di tre Padre nostro, ed i canti “Andrò a vederla un dì” e “Madonna nera”.

 

 

 

 

 

Martedì 08 Dicembre 2015 - ore 19,10

 

 

 

W. Oh! Madre celeste.

Salve.

 

M. Cari figli, oggi mi contemplate con lo splendore della mia Immacolata Concezione.

 

Figli cari, il mio compito di Madre è quello di riportare tutta l’umanità a una vera vita di fede con Dio, riconoscendo la grazia e la santità.

 

Figli cari, siate forti nella fede, alzate gli occhi verso di me, Madre vostra e vera Madre di Gesù.

 

Vi ringrazio figli cari, per quanto date per me.

 

Inginocchiatevi.

 

Da questa terra benedico tutti voi, quelli che mi seguono e mi ascoltano.

 

Seguono tre segni di croce ed il canto “Giovane donna”, intonato da Wilma.

 

 

 

 

 

Venerdì 25 Dicembre 2015 - ore 15,30

 

 

 

W. Segno della croce.

Salve Regina, Madre di…

Salve, o Madre celeste.

 

M. Gloria a Dio e pace a voi.

 

Cari figli, oggi vi ho portato il mio Bambino Gesù, la ricchezza che pochi conoscono ma che è stata riconosciuta dagli uomini di buona volontà.

 

Vengo a voi per aprire i vostri occhi, per farvelo conoscere di più perché sicura sia la vostra testimonianza.

 

Voglio dire a tutto il mondo che questo Bambino Gesù è il Dio della vita, che vi dona pace e giustizia.

 

Sia Santo Natale, cantate gloria a Dio per sempre. Il Dio che confina su tutta la terra e sconfina nell’eterno.

 

Cadrà in ginocchio il mondo se voi proclamerete, testimonierete, le sue opere.

 

Figli cari, voi pensate alla salvezza? E io vi dico che l’eternità vi aspetta.

 

Vi ringrazio e vi abbraccio.

Portare gli auguri di questo Santo Natale nelle vostre case, nelle vostre famiglie, agli ammalati, agli anziani, ai vostri bimbi e a tutti quelli che credono in me e nel mio Gesù.

 

Grazie di aver risposto alla mia chiamata. La mia prossima sarà il 20 marzo, alle ore 15,30.

 

Caro Bambino Gesù, tu sei nato, sei vissuto, sei morto, sei risorto; con la tu bontà, il tuo infinito amore aiutami a non peccare più. Lavami, fammi diventare più bianco della neve.

 

Segue la recita di tre Padre nostro.

 

W. La Madonna è vestita di bianco, con manto azzurro e velo bianco. E’ inginocchiata. Tra le sue braccia tiene il suo

Bambino Gesù, con una vestina bianca, rivolto verso di noi. Sopra la sua testolina un’aureola luminosa. Sopra la testa di Maria un’aureola luminosa. Davanti a lei terra. Intravedo sei pecorelle rivolte con la testolina in su. Il cielo è stellato, con un azzurro molto intenso.

 

Segue il canto “Astro del ciel”, accompagnato da tre segni di croce.